Astri o Astro della Cina

Astro della Cina 35
Astri o Astro della Cina – coltivarlo, curarlo, trucchi e foto sul Callistephus chinensis.  Sono comuni piante perenni, diffusi in Europa e in Asia apprezzati per la loro rusticità.

Comune è l’Aster dumosus (Settembrino), un bel cespuglio che produce una nuvola di fiorellini a forma di margherita, con il centro giallo oro e petali azzurri o bianchi.

L’Aster Alpinum ha fiorellini singoli viola, rosa o bianco, con il cuore giallo o arancione, molto resistente al freddo viene usato per le bordure o nei giardini rocciosi.

Un ibrido molto diffuso per la sua fioritura tardiva, (fino a dicembre) è l’Aster Frikartis che ha fiorellini simili a margherite raccolte in mazzetti di color rosa-lilla, con centro dorato.

In Italia oltre al comunissimo Aster Alpinum diffuso in montagna si trova anche l’Aster tripolium chiamato popolarmente Astro Marino.
Esposizione
Gli astri apprezzano le posizioni soleggiate

Acqua
Non sono fiori troppo delicati, in genere si accontentano della pioggia,ma, per avere una fioritura eccellente, bagnare regolarmente senza lasciar seccare il terreno

Fioritura
Gli Astri o Astro della Cina fioriscono dalla fine della primavera alla fine dell’estate, secondo la qualità

Concimazione
La concimazione deve essere effettuata in primavera con concime organico e contenente minerali, fosforo, azotato e potassio in estate ogni 15, 20 giorni
Malattie
L’Aster è raramente attaccato dagli afidi e dagli acari.

Terriccio
Gli Astri non hanno preferenze di terreno, ma in ogni caso curare il drenaggio

Moltiplicazione
La moltiplicazione degli Astri può essere fatta per seme, in cassette, sottovetro in primavera e oppure per divisione di cespo, in autunno e in primavera

Leggi anche:

Tulbaghia violacea
Veronica gentianoides
Persicaria capitata

Lo sapevi che:

Disintossicare la Tua Casa ed il Tuo Corpo.

Elimina le muffe. Poche gocce di olio di tea tree su un panno possono essere utili per pulire le pareti, i pavimenti ed altre superfici e per aiutare ad eliminare la muffa.