Clematis

Clematis

Clematis o Clematide – coltivazione, cura, trucchi e foto. Clematis, un genere di piante Spermatofite Dicotiledoni appartenenti alla famiglia delle Ranunculaceae sono circa 250 specie di piante erbacee o legnose, dall’aspetto cespuglioso e con copiose infiorescenze.

Esposizione Clematis o Clematide – Sole pieno
Per uno sviluppo equilibrato Il Clematis o Clematide è consigliabile posizionarla in luogo in cui riceva almeno alcune ore di sole diretto. Il Clematis o Clematide è una pianta che si può coltivare in giardino per tutto l’arco dell’anno. Non teme il freddo e sopporta temperature minime molto rigide.Per permettere a queste piante di svilupparsi al meglio è bene porle a dimora nei pressi di un muro, di una cancellata o anche di un apposito graticcio.

 
Generalità Clematis o Clematide
Il Clematis o Clematide si sviluppa come un arbusto. Lo sviluppo è rampicante, per uno sviluppo corretto è bene porre a dimora queste piante nei pressi di un supporto su cui si possano sviluppare. Clematis o Clematide non è sempreverde; durante estate assume una colorazione rosa bianco ; gli esemplari adulti sono di taglia media e raggiungono i 3,5 m di altezza.
Annaffiatura Clematis o Clematide
Consigliamo di annaffiare queste piante solo saltuariamente, ma ricordiamo di bagnare a fondo il terreno utilizzando 1-2 secchi d’acqua , ogni 2-3 settimane . Ricordiamo che gli arbusti rampicanti sono molto vigorosi, e talvolta necessitano di annaffiature molto abbondanti.

 
Trattamenti Clematis o Clematide
Il clima primaverile, con un elevato sbalzo termico tra le ore diurne e quelle notturne, e piogge abbastanza frequenti, può favorire lo sviluppo di malattie fungine, che vanno trattate preventivamente con un fungicida sistemico, da utilizzare prima che le gemme ingrossino eccessivamente; a fine inverno si consiglia anche un trattamento insetticida ad ampio spettro, per prevenire l’attacco di afidi e cocciniglie. Ricordiamo sempre che i trattamenti vanno praticati quando nel giardino non sono presenti fioriture.

 
Terreno Clematis o Clematide
Coltivare queste piante rampicanti in un terreno con drenaggio elevato, soffice e profondo.

velenoso

 Le clematidi sono piante velenose: le loro foglie, a contatto con la pelle, possono causare delle ulcerazioni, mentre se ingerite sono un potente veleno. 

Leggi anche:

Leonotis leonurus
Falsa ortica
Leucojum

Lo sapevi che:

Assicurati che le tue piante ricevano abbastanza luce. Le migliori sono le finestre esposte a sud o ad est. Gira le piante se noti che pendono verso la fonte di luce. Se non hai abbastanza luce naturale, acquista una luce per la coltivazione. Appendila sopra di esse e tienila accesa per 8-12 ore al giorno.