Cymbidium

Cymbidium, curarla, trucchi e foto.

Cymbidium, curarla, trucchi e foto.  Cymbidium è un genere di piante della famiglia delle Orchidaceae che comprende circa cinquanta specie provenienti perlopiù dall’Asia orientale.

Come si coltiva:  Cymbidium ama il fresco e la temperatura ideale è compresa fra 10 e 28 °C; in inverno è preferibile una stanza non riscaldata rispetto al calore dell’appartamento. Per ottenere la fioritura è obbligatorio spostarlo all’aperto durante la bella stagione, in luogo fresco soprattutto di notte, quando si può vaporizzare il fogliame e bagnare il vaso e il piano ove è appoggiato, per abbassare la temperatura.

 

In estate si annaffia frequentemente (anche ogni giorno), in modo che il substrato non si asciughi fra un’annaffiatura e l’altra; da ottobre a marzo le annaffiature devono essere meno frequenti. Nel periodo vegetativo si concima ogni 15 giorni con un prodotto specifico per orchidee. Le vaporizzazioni sono necessarie anche d’inverno se la pianta non vive a basse temperature. La moltiplicazione si ottiene per divisione dei cespi oppure staccando i vecchi pseudobulbi che non hanno più foglie insieme con un pezzetto di rizoma, ponendoli in un sacchetto di plastica contenente sabbia e segatura umida, dove svilupperanno nuovi germogli: quando appariranno le prime radici, potranno essere invasati.

Contenitore e substrato:il substrato ideale è una miscela di terriccio da giardino, corteccia di pino (“bark”), sfagno e materiale inerte come polistirolo e spugna naturale. Il rinvaso va eseguito subito dopo la fioritura, ma solo quando le piante hanno riempito completamente il contenitore, oppure quando il substrato si è deteriorato; se l’estrazione della pianta risulta difficoltosa, meglio rompere il vaso che danneggiare le radici delicate; si rinvasa in un contenitore più grande che possa consentire lo sviluppo per due-tre anni; gli pseudobulbi non devono venire coperti e la loro base deve essere posizionata circa un centimetro più in alto del bordo del vaso.

Cymbidium i  nemici: raramente la cocciniglia cotonosa, da eliminare manualmente se i parassiti sono ancora pochi, oppure da combattere con gli appositi prodotti anti-cocciniglia  sempre di rado la muffa grigia, che attacca i fiori quando sono ancora in boccio compromettendo la fioritura, e che si previene evitando ristagni d’umidità nell’aria.

Leggi anche:

Lupini
Olio essenziale di Cipresso
Olio essenziale di Menta

Lo sapevi che:

Disintossicare la Tua Casa ed il Tuo Corpo.

Per la pulizia passa dalle spugne ai panni naturali. La maggior parte delle spugne sono state trattate con un prodotto chimico chiamato triclosano, che è tossico per la pelle e per il sistema immunitario.