Fritillaria “Giardinaggio” coltivarla, curarla, trucchi e foto

Fritillaria “Giardinaggio” coltivarla, curarla, trucchi e foto

Fritillaria “Giardinaggio” coltivarla, curarla, trucchi e foto. La Fritillaria, appartenente alla famiglia delle Liliacee, è originaria dell’emisfero settentrionale, in particolare Asia ed Europa. La fritillaria è una delle bulbose più affascinanti: parente dei tulipani. Fritillaria. Liliaceae. Genere di 85 specie di piante bulbose, rustiche.

Esposizione Fritillaria
Per avere una crescita vigorosa della Fritillaria è opportuno metterla a dimora in luogo semi ombreggiato, cosicché che la pianta possa ricevere alcune ore di sole al mattino. Prima dell’interramento dei bulbi si deve considerare che per avere uno sviluppo ottimale occorre sistemarli distanziati da altre piante. La Fritillaria soffre se posta troppo al sole in particolare durante i mesi più caldi.

Annaffiature Fritillaria
Dal termine del mese fine febbraio fino all’appassimento dei fiori occorre annaffiare le Fritillaria in modo regolare, è opportuno aspettare l’asciugatura del terreno tra un’annaffiatura e l’altra; quando le foglie iniziano ad ingiallire si possono diradare le annaffiature fino all’anno successivo. E’ importante verificare che il terreno sia ben drenato, da evitare ristagni idrici.

Terreno
Il terreno ottimale per la crescita della Fritillaria è composto da sabbia e torba. Per fornire il nutrimento necessario alle nuove piante, si può mescolare dello stallatico maturo al terreno. Il terreno deve essere ricco e ben drenato, soffice e sabbioso. I bulbi vanno posti ad una profondità di circa 10-15 cm di profondità; se lasciati indisturbati la fioritura sarà agevolata.

La messa a dimora avviene in autunno e la fioritura inizia generalmente il secondo anno dopo la messa a dimora.

Fioritura Fritillaria
La fioritura della Fritillaria avviene in primavera inoltrata oppure ad inizio estate.

Concimazione
Ogni quattro mesi si può somministrare del concime a lenta cessione mentre quello liquido invece va somministrato ogni 15-20 giorni, opportunamente diluito nell’acqua delle annaffiature.

Moltiplicazione Fritillaria
Successivamente al periodo di fioritura, le fritillaria producono dei lunghi baccelli che contengono numerosi semi fertili, da seminare al termine della primavera direttamente a dimora. Se si esegue la semina durante la stagione fredda, si devono fare radicare i nuovi esemplari in un contenitore collocato in luogo protetto, per consentire la germinazione prima della sistemazione a dimora.

Si può moltiplicare staccando i bulbilli dai bulbi che sono a dimora da qualche anno, ma questa operazione potrebbe compromettere la fioritura per l’anno successivo.

Parassiti e malattie
Generalmente le fritillaria non subiscono attacchi da parte di parassiti o di malattie; ma sono molto sensibili all’eccessiva umidità che può provocare malattie fungine che, se non efficacemente e tempestivamente curate, possono fare morire gli esemplari colpiti. Così come per tutte le Liliaceae, e le bulbose a fioritura primaverile in generale, occorre verificare eventuali attacchi da parte d limacce, ma il maggiore nemico delle giovani piante è il coleottero Lilioceris lilii, assai diffuso in Italia.

Questo parassita approfitta della precoce emergenza da parte delle piante di Fritillaria e danneggia le foglie.

 

Leggi anche:

Gaillardia x grandiflora Mesa Yellow
Olio essenziale di Abete bianco
Veronica gentianoides

Lo sapevi che:

Disintossicare la Tua Casa ed il Tuo Corpo.

Per la tua casa scegli tinture senza VOC. I VOC sono composti volatili organici, molti dei quali sono correlati al cancro.