Giglio del Perù

Giglio del Perù

Giglio del Perù – coltivazione, cura, trucchi e foto. Il Giglio del Perù ( Giglio peruviano ) o l’alstroemeria appartiene alla famiglia delle Alstroemeriacee, è una pianta semirustica.

Concimazione Giglio del Perù o l’alstroemeria.

In primavera concimiamo le perenni periodicamente, utilizzando un concime specifico per piante da fiore, da aggiungere all’acqua delle annaffiature, ogni 20-25 giorni; oppure possiamo spargere nei pressi delle piante un concime a lenta cessione, da fornire ogni 3-4 mesi.

 
Annaffiatura Giglio del Perù o Giglio peruviano
Evitiamo di annaffiare Il Alstremeria,  eccessivamente, lasciando sempre che tra un’annaffiatura e l’altra il terreno rimanga asciutto per almeno un paio di giorni, quindi interveniamo bagnando il substrato in profondità ogni 1-2 settimane , con 2-3 bicchieri d’acqua . Queste piante manifestano un periodo abbastanza prolungato di riposo vegetativo. Durante questo periodo non è necessario annaffiare le piante.

 
Esposizione Giglio del Perù o l’alstroemeria
Le piante perenni hanno uno sviluppo prevalentemente primaverile ed estivo. Durante i mesi più freddi dell’anno la parte aerea può disseccare completamente, per spuntare l’anno successivo. Pianta che necessita di almeno alcune ore al giorno di irradiamento solare.In questo periodo dell’anno non dobbiamo preoccuparci per le temperature minime, Il Alstremeria, Giglio degli Incas infatti può sopportare una temperatura di alcuni gradi inferiore allo zero.

Trattamenti Giglio del Perù o Giglio peruviano
Con l’innalzarsi delle temperature diurne, all’inizio della primavera, è bene praticare un trattamento preventivo, con un insetticida ad ampio spettro, da praticarsi quando nel giardino non sono presenti fioriture. Prima che le gemme ingrossino eccessivamente è consigliabile anche praticare un trattamento fungicida ad ampio spettro, per prevenire lo sviluppo di malattie fungine, il cui dilagare è favorito dall’elevata umidità ambientale.
Terreno Alstremeria
Porre a dimora in terreno soffice e profondo, molto ben drenato.

Curiosità
I gigli sono molto utilizzati per le loro proprietà medicinali, diverse parti di queste piante infatti, bulbi compresi, sono utilizzati per preparare tisane benefiche o impacchi per curare piaghe e bruciature varie.

Leggi anche:

Hibiscus trionum
Olio essenziale di Ylang Ylang
Anthurium

Cura dei fiori recisi. Lo sapevi che:

I vasi d'argento sono preferibili come contenitori poiché l'argento ha proprietà battericide, contribuendo a ridurre la formazione di batteri in acqua.
- Per mantenere i petali più freschi può essere utile tagliare i pistilli del fiore in modo che le sostanze nutritive siano tutte a disposizione della corolla.