Grevillea lanigera

Grevillea lanigera

Grevillea lanigera, coltivare, cura, trucchi e foto. Grevillea lanigera appartiene alla famiglia delle Proteaceae, pianta di origini sud Australiane.

Generalità Grevillea lanigera o rosmarinifolia
Lo sviluppo è eretto, tendono a crescere sia in altezza, sia in larghezza, dando origine ad un arbusto arrotondato. Grevillea lanigera è sempreverde; durante primavera assume una colorazione rosa ; gli esemplari adulti sono di taglia media e raggiungono i 3 m di altezza.
Concimazione Grevillea lanigera o rosmarinifolia
Per ottenere uno sviluppo rigoglioso é bene ricordare di concimare periodicamente i nostri arbusti; in primavera utilizziamo un concime ricco in azoto e potassio, che favorirà lo sviluppo della nuova vegetazione e dei fiori. Possiamo intervenire a fine inverno, mescolando al terreno attorno alla pianta una buona dose di concime organico o di concime chimico a lenta cessione. Durante la primavera poi é anche possibile intervenire periodicamente, con concimi liquidi o in polvere, da aggiungere all’acqua delle annaffiature, ogni 20-25 giorni.

 
Annaffiatura Grevillea lanigera o rosmarinifolia
Evitiamo di annaffiare la Grevillea lanigera eccessivamente, lasciando sempre che tra un’annaffiatura e l’altra il terreno rimanga asciutto per almeno un paio di giorni, quindi interveniamo bagnando il substrato in profondità ogni 2-3 settimane , con 1-2 secchi d’acqua . Se decidiamo di coltivare un esemplare di Grevillea lanigera in contenitore, ricordiamo che avrà esigenze leggermente diverse rispetto ad un esemplare coltivato in piena terra: prestiamo maggiore attenzione alle esigenze idriche e nutrizionali, e controlliamo più spesso l’eventuale sviluppo di parassiti.
Trattamenti Grevillea lanigera
Con l’innalzarsi delle temperature diurne, all’inizio della primavera, è bene praticare un trattamento preventivo, con un insetticida ad ampio spettro, da praticarsi quando nel giardino non sono presenti fioriture. Prima che le gemme ingrossino eccessivamente è consigliabile anche praticare un trattamento fungicida ad ampio spettro, per prevenire lo sviluppo di malattie fungine, il cui dilagare è favorito dall’elevata umidità ambientale.

Curiosità
Non profuma. La pianta, necessita di essere coltivata in terreno per piante acidofile. La pianta non fa il frutto.

Leggi anche:

Malva regina
Plumbago
Armeria Maritima

Cura dei fiori recisi. Lo sapevi che:

Giornalmente, pulire i contenitori con disinfettante (es. ipoclorito di sodio) e una spazzola a setole dure e flessibili, cambiare l'acqua (se non si usa un conservante per fiori recisi) usando preferibilmente acqua tiepida (circa 20°C) altrimenti cambiare l'acqua almeno ogni tre giorni, rabboccandola se necessario, quando si utilizza il conservante apposito.