Hibiscus coccineus

Hibiscus coccineus

Hibiscus coccineus coltivarlo, curarlo, trucchi e foto.  Hibiscus coccineus è un erbacea perenne originaria dal Sud degli Stati Uniti.

Erbacea palustre che fiorisce tra Luglio e Agosto con stupendi fiori solitari di colore rosso cremesi. Può essere immerso fino a 10 cm di profondità come pianta da bordura ma anche in piena terra.

L’Hibiscus coccineus Walt. (o Hibiscus speciosa) è un erbacea perenne originaria dal Sud degli Stati Uniti. Ha portamento vigoroso eretto, ben ramificato. Può raggiungere un altezza di 160cm, ha fusti e steli rossastri. Foglie larghe anche 35 cm, lisce e palmate di colore rosso bruno. E’ una specie che fiorisce copiosamente tra Luglio e Agosto con stupendi fiori solitari di 15 – 18 cm di diametro di colore rosso cremesi. I frutti sono globosi di colore verde. Può essere piantato immerso in acqua fino a 10 cm di profondità come pianta da bordura du laghetti e specchi d’acqua; ma anche in piena terra annaffandolo abbondantemente.
Seppur l’Hibiscus coccineus sia originario della Florida e della Georgia, è una pianta rustica che non teme il gelo, nemmeno con gelate prolungate, adatto a giardini acquatici di medie e grandi dimensioni.

Terreno
si coltivano in un terreno di medio impasto, abbastanza ricco di materia organica. Volendo è possibile coltivarli in vaso, ricordando di cambiare il contenitore ed il terriccio ogni 2-3 anni. Le piante coltivate in vaso vanno annaffiate abbastanza frequentemente durante la stagione calda.

Moltiplicazione
in genere avviene in autunno, per divisione dei cespi di radici; in primavera è possibile seminare i piccoli semi scuri, che si trovano in grandi baccelli decorativi; i semi di ibisco coccineo germinano con maggiore facilità se prima di essere posti sul terreno vengono bucati con no spillo.

Parassiti e malattie
possono venire colpiti dalla mosca bianca e dagli afidi.

Leggi anche:

Cineraria
Thladiantha dubia
Veronica gentianoides

Cura dei fiori recisi. Lo sapevi che:

In alternativa al conservante si possono usare:
- candeggina, nella dose di un cucchiaino per ogni litro d'acqua;
- succo di limone, nella dose di un cucchiaino per ogni litro d'acqua;