Hibiscus o Ibisco

hibiscus 13

Hibiscus o Ibisco come coltivarla, curarla, trucchi e foto.  L’Ibisco è un genere delle Malvaceae che comprende circa 300 specie.

Per uno sviluppo equilibrato l’ Hibiscus o Ibisco è consigliabile posizionarla in luogo in cui riceva almeno alcune ore di sole diretto. Durante i mesi invernali possiamo ricoprire la porzione di terreno vicina alle radici con foglie secche o altro materiale pacciamante; in questo modo proteggeremo la pianta dal clima rigido.L’ Hibiscus o Ibisco necessita di una temperatura minima superiore ai 15°C, in questo periodo dell’anno è bene controllare le temperature notturne prima di porla all’aperto.
Generalità Hibiscus o Ibisco
Crescendo sviluppano un arbusto tondeggiante. Questa pianta in estate assume una colorazione rosa ; è di taglia media e può raggiungere i 2 m di altezza. Mantiene la foglia in inverno. L’ Hibiscus o Ibisco si sviluppa come un arbusto.
Concimazione Hibiscus o Ibisco
Ricordiamo di concimare i nostri arbusti frequentemente; possiamo fornire il concime arricchendo il terreno con stallatico, alla fine dell’inverno; oppure possiamo fornire un concime per piante da fiore, ogni 20-25 giorni, con le annaffiature. Se gli arbusti sono grandi, o coprono un’area estesa, possiamo utilizzare un concime granulare a lenta cessione, da fornire ogni 3-4 mesi. In primavera prediligiamo concimazioni ricche in azoto e potassio, per favorire lo sviluppo di nuova vegetazione e di fiori.

 
Annaffiatura Hibiscus o Ibisco
Consigliamo di annaffiare queste piante solo saltuariamente, ma ricordiamo di bagnare a fondo il terreno utilizzando 1-2 secchi d’acqua , ogni 2-3 settimane . Per quanto riguarda gli esemplari coltivati in vaso, ricordiamo che in genere necessitano di maggiori annaffiature, rispetto agli stessi arbusti posti in piena terra. Inoltre spesso manifestano maggiore sensibilità alle temperature, molto elevate o molto basse, ed alle malattie dell’apparato radicale.
Trattamenti Hibiscus o Ibisco
Il clima primaverile, con un elevato sbalzo termico tra le ore diurne e quelle notturne, e piogge abbastanza frequenti, può favorire lo sviluppo di malattie fungine, che vanno trattate preventivamente con un fungicida sistemico, da utilizzare prima che le gemme ingrossino eccessivamente; a fine inverno si consiglia anche un trattamento insetticida ad ampio spettro, per prevenire l’attacco di afidi e cocciniglie. Ricordiamo sempre che i trattamenti vanno praticati quando nel giardino non sono presenti fioriture.
Terreno Hibiscus o Ibisco
Questi arbusti prediligono un terriccio soffice e profondo, molto ben drenato.

curiosità
Tra le 300 specie di di interesse economico abbiamo l’Hibiscus cannabinus utilizzato nell’industria cartaria per il suo alto contenuto in cellulosa e nell’industria della canapa. L’Ibisco è il fiore nazionale della Malesia. L’ibisco è una pianta molto apprezzata nei Paesi del centroamerica quali le Hawai dove specie provenienti dalla Cina si sono incrociate con le specie endemiche Hawaiane dando origine a delle piante spettacolari. Troviamo però grandi coltivazioni di Ibisco anche in Australia, Nuova Zelanda

Leggi anche:

Aubretia
Come illuminare le piante da interno - consigli e suggerimenti
Olio essenziale di petitgrain

Lo sapevi che:

Disintossicare la Tua Casa ed il Tuo Corpo.

Per la pulizia passa dalle spugne ai panni naturali. La maggior parte delle spugne sono state trattate con un prodotto chimico chiamato triclosano, che è tossico per la pelle e per il sistema immunitario.