nasturzio

nasturzio

Il nasturzio coltivarlo, curarlo, trucchi e foto. Il nasturzio è una pianta della famiglia Tropaeolaceae, originaria del Perù.

Il comune Nasturzio o ” Nasturzio dei giardini”è una pianta sarmentosa a tralci striscianti o rampicanti che si possono allungare fino a 2-3 mt; è inconfondibile per le caratteristiche foglie peltate, tonteggianti e lucenti, che emanano un odore intenso, pungente e poco gradevole. Alcune varieta orticole a portamento nano formano dei cespi compatti e striscianti che ricadono con bell’ effetto; sono molto fiorifere e portano fiori assai grandi di colore arancione oppure giallo carico o di altre tonalità.

FIORITURA: Avviene in primavera-estate.

LUCE: Predilige esposizioni soleggiate, l’ombra causa scarse fioriture.

ACQUA: Si consiglia di mantenere il terreno sempre leggermente umido. In estate, specie nelle giornate più calde, aumentare le annaffiature. I Nasturzi possono sopportare anche brevi periodi di siccità.

TEMPERATURA: Necessitano di temperature miti, il clima invernale troppo rigido potrebbe far morire la pianta.

CONCIME: Intervenire ogni 15-20 giorni con un fertilizzante per piante fiorite diluito all’acqua di annaffiatura.

CONSIGLI: Come substrato utilizzare un terreno di buona fertilità ma permeabile. Si moltiplica direttamente sul posto o eventualmente in serra per anticipare la fioritura, ma in tal caso il seme va interrato in piccoli vasi per facilitare il successivo trapianto a dimora. Il rinvaso si effettua a fine inverno-inizio primavera utilizzando un contenitore leggermente più ampio del precedente. Si consiglia di posizionare la pianta in zone riparate da correnti d’aria ed eccessivi sbalzi di temperatura.

 

Leggi anche:

Aristolochia fimbriata
Olio essenziale di Eucalipto
Olio essenziale di Niaouly

Cura dei fiori recisi. Lo sapevi che:

Spruzzare quotidianamente foglie e corolle per idratarle, soprattutto nei mesi estivi e se c'è scarsa umidità nell'aria (es. se nell'ambiente sono accesi i caloriferi o il camino). 
Se ci accorgiamo che nonostante tutte le precauzioni i fiori cominciano ad appassire:
- Rinnovare il taglio sott'acqua.
- Immergere per qualche secondo l'estremità del gambo in acqua bollente per facilitare l'idratazione, poi collocare il fiore in acqua nuova tiepida.
Se l'appassimento continua, immergere completamente il fiore in un contenitore pieno d'acqua tiepida e lasciarlo a bagno per almeno 30 minuti o comunque finché non si riprende.