Prunus mume

Prunus mume

Prunus mume, coltivare – curare, trucchi e foto. Prunus mume o Florepleno Queste piante hanno portamento ad alberello, con un corto fusto che porta una piccola chioma tondeggiante.

Esposizione Albicocco giapponese
Coltiviamo Il Albicocco giapponese in luogo luminoso, con luce solare diretta. Per prevenire i danni dovuti al freddo, durante i mesi con temperature minime decisamente rigide, possiamo proteggere gli arbusti, ricoprendo il terreno attorno al fusto con paglia o foglie secche.Si coltivi Il Albicocco giapponese all’aperto; può sopportare senza problemi temperature minime anche molto rigide, di molti gradi inferiori allo zero.

Generalità Prunus mume o Albicocco giapponese
Queste piante hanno portamento ad alberello, con un corto fusto che porta una piccola chioma tondeggiante. Il Albicocco giapponese è di taglia media , e può raggiungere i 2 m di altezza; in primavera assume una colorazione rosa bianco . Queste piante non sono sempreverdi, quindi perdono le foglie per alcuni mesi all’anno. Il Albicocco giapponese ha uno sviluppo arbustivo.

Concimazione Prunus mume o Albicocco giapponese
Gli arbusti durante il periodo primaverile sviluppano nuovi germogli e preparano i fiori, ricordiamo quindi di fornire, già alla fine dell’inverno, una buona dose di humus o di stallatico maturo, oppure del concime granulare a lenta cessione, da aggiungere al terreno ai piedi delle piante. Durante la primavera poi possiamo scegliere un concime ricco in azoto e potassio, da mescolare all’acqua delle annaffiature, ogni 20-25 giorni.

Annaffiatura Albicocco giapponese
Annaffiare solo sporadicamente, circa una volta ogni 2-3 settimane con 1-2 secchi d’acqua , lasciando il terreno asciutto per un paio di giorni prima di ripetere l’annaffiatura; quando si annaffia si consiglia di evitare gli eccessi, ma di bagnare bene in profondità il terreno. Se desideriamo coltivare queste piante in vaso, annaffiamole un poco più frequentemente, rispetto alle piante poste in piena terra; Ogni 2-3 anni rinnoviamo il substrato contenuto nel vaso, o arricchiamolo con ammendante organico.

Trattamenti Albicocco giapponese
Generalmente in questo periodo dell’anno è consigliabile un trattamento preventivo con insetticida ad ampio spettro e con un fungicida sistemico, in modo da prevenire l’attacco da parte degli afidi e lo sviluppo di malattie fungine, spesso favorite dal clima fresco e umido.
Terreno Albicocco giapponese
Per questi arbusti è necessario scegliere un substrato ricco e profondo, che presenti un ottimo drenaggio.

Leggi anche:

Primula
Argemone mexicana
Salvia di Gerusalemme

Lo sapevi che:

Assicurati che le tue piante ricevano abbastanza luce. Le migliori sono le finestre esposte a sud o ad est. Gira le piante se noti che pendono verso la fonte di luce. Se non hai abbastanza luce naturale, acquista una luce per la coltivazione. Appendila sopra di esse e tienila accesa per 8-12 ore al giorno.