Rosa banksiae

Rosa banksiae

Rosa banksiae, coltivazione, cura, trucchi e foto. Rosa banksiae è una rosa originaria della Cina, sarmentosa, semi-sempreverde, è una specie molto vigorosa, che può raggiungere facilmente i 15 metri di altezza.

Esposizione Rosa banksiae Sole pieno.
Coltiviamo la Rosa banksiae in luogo luminoso, con luce solare diretta. Si coltivi la Rosa banksiae all’aperto; può sopportare senza problemi temperature minime anche molto rigide, di molti gradi inferiori allo zero.Per prevenire i danni dovuti al freddo, durante i mesi con temperature minime decisamente rigide, possiamo proteggere gli arbusti, ricoprendo il terreno attorno al fusto con paglia o foglie secche.

 
Generalità Rosa banksiae
La Rosa banksiae ha uno sviluppo arbustivo. Queste piante danno origine ad un arbusto di forma arrotondata. La Rosa banksiae è di taglia media , e può raggiungere i 1 m di altezza; in estate assume una colorazione giallo . Si tratta di piante sempreverdi, che quindi mantengono le foglie per tutto l’arco dell’anno.
Annaffiatura Rosa banksiae
Annaffiare solo sporadicamente, circa una volta ogni 2-3 settimane con 1-2 secchi d’acqua , lasciando il terreno asciutto per un paio di giorni prima di ripetere l’annaffiatura; quando si annaffia si consiglia di evitare gli eccessi, ma di bagnare bene in profondità il terreno. Se desideriamo coltivare queste piante in vaso, annaffiamole un poco più frequentemente, rispetto alle piante poste in piena terra; Ogni 2-3 anni rinnoviamo il substrato contenuto nel vaso, o arricchiamolo con ammendante organico.

 
Trattamenti Rosa banksiae
Generalmente in questo periodo dell’anno è consigliabile un trattamento preventivo con insetticida ad ampio spettro e con un fungicida sistemico, in modo da prevenire l’attacco da parte degli afidi e lo sviluppo di malattie fungine, spesso favorite dal clima fresco e umido.

Curiosità
Le rose Banksiae furono scoperte dal signor Banks (da qui il nome) e introdotte per la prima volta in Europa da Robert Drummond alla fine del 1700. I fiori sono bianchi o gialli, a forma di coppa e piuttosto piccoli. La più comune, a fiori bianchi fu creata nel 1807 da William Kerr, un giardiniere inglese. Le varietà a fiori gialli furono conosciute dal 1824 grazie al signor Parks che le scoprì nei giardini cinesi e quindi le importò in Europa.

Leggi anche:

Papavero
Olio essenziale di Benzoino
valeriana indiana

Lo sapevi che:

Aera il terreno smovendolo leggermente. Il terreno delle piante in vaso può indurirsi e compattarsi se non viene ammorbidito tramite l’aerazione. Questo evita anche che le radici marciscano.