Teucrium hyrcanicum

Teucrium hyrcanicum

Teucrium hyrcanicum coltivarla, curarla, trucchi e foto. Teucrium hyrcanicum è un genere di piante appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, un piccolo arbusto suffruticoso, sempreverde perenne dai delicati fiori profumati e colorati.

Pianta che necessita di almeno alcune ore al giorno di irradiamento solare.  Per prevenire i danni dovuti al freddo, durante i mesi con temperature minime decisamente rigide, possiamo proteggere gli arbusti, ricoprendo il terreno attorno al fusto con paglia o foglie secche.Queste piante temono il freddo, quindi in primavera è bene porle all’aperto solo quando le temperature sono superiori ai 15°C.

 
Cura Teucrium hyrcanicum.
Queste piante danno origine ad un arbusto di forma arrotondata.  Il Teucrium  è di taglia media , e può raggiungere i 2 m di altezza; in estate assume una colorazione viola . Si tratta di piante sempreverdi, che quindi mantengono le foglie per tutto l’arco dell’anno.  Il Teucrium ha uno sviluppo arbustivo.

 
Concimazione Teucrium hyrcanicum.
Gli arbusti durante il periodo primaverile sviluppano nuovi germogli e preparano i fiori, ricordiamo quindi di fornire, già alla fine dell’inverno, una buona dose di humus o di stallatico maturo, oppure del concime granulare a lenta cessione, da aggiungere al terreno ai piedi delle piante. Durante la primavera poi possiamo scegliere un concime ricco in azoto e potassio, da mescolare all’acqua delle annaffiature, ogni20-25 giorni.

 
Irrigazione Teucrium hyrcanicum
Le annaffiature si praticano solo quando il terreno è ben asciutto da alcuni giorni, di norma ogni 2-3 settimane può essere sufficiente; se il clima fosse particolarmente caldo è possibile intensificare leggermente le annaffiature, utilizzando 1-2 secchi d’acqua . Se desideriamo coltivare queste piante in vaso, annaffiamole un poco più frequentemente, rispetto alle piante poste in piena terra;  Ogni 2-3 anni rinnoviamo il substrato contenuto nel vaso, o arricchiamolo con ammendante organico.

Malattie
E’ una pianta resistente all’attacco dei parassiti, ma può presentare dei problemi in presenza di umidità eccessiva.

Leggi anche:

Giglio
Croce di Malta
Prunella laciniata

Cura dei fiori recisi. Lo sapevi che:

Giornalmente, pulire i contenitori con disinfettante (es. ipoclorito di sodio) e una spazzola a setole dure e flessibili, cambiare l'acqua (se non si usa un conservante per fiori recisi) usando preferibilmente acqua tiepida (circa 20°C) altrimenti cambiare l'acqua almeno ogni tre giorni, rabboccandola se necessario, quando si utilizza il conservante apposito.