Viola

Viola

La viola “fiore”, curarla, trucchi e foto sulla Viola., un genere di piante della famiglia Violaceae, diffuso in Europa, nelle zone tropicali e in America del nord, centrale e del sud.

Per le fioriture autunnali della viola, invasatura delle piantine ad agosto; per le fioriture primaverili: da ottobre a gennaio-febbraio.
Vaso di coltivazione: 9-10cm.

All’inizio della coltivazione: 13 -18°C, per favorire lo sviluppo di un buon apparato radicale. Si possono produrre viole per fioritura autunnale, o primaverile; in entrambi i casi si può realizzare la coltivazione in pien’aria o sotto tunnel, senza riscaldamento. Nel caso in cui si possa agire sulla temperatura, l’applicazione di temperature notturne più alte di qualche grado rispetto a quelle diurne permette di ottenere piante più robuste, compatte, e contribuisce a ridurre l’allungamento degli steli.
Luce: Piena luce.

Substrato: Prevalenza di torba; miscele di torba e terra di campo. Non è particolarmente esigente nel tipo di substrato, purchè sia ben drenante.
pH: 5,5-6
Irrigazione: Non ha esigenze particolari, se non evitare i ristagni idrici che favoriscono i marciumi al colletto e alle radici.

Fertirrigazione con 1-1,5 grammi / litro settimanali, con rapporto di 15:15:30; ridurre successivamente azoto a fosforo a favore del potassio. Utilizzare concimi completi di microelementi, in particolare Ferro.

Moltiplicazione: Metà luglio per le fioriture autunnali; agosto-settembre, per le fioriture di inizio primavera; dicembre: per le fioriture a tarda primavera.

Principali malattie della viola.
Insetti Tripidi: Frankliniella occidentalis, Echinotrips americanus

Crittogame Marciume radicale , o Thielaviopsis basicola

Marciume del colletto e delle radici

Muffa grigia, causata dal fungo Botrytis cinerea

Leggi anche:

Cymbidium
Olio essenziale di Canfora
Violacciocca antoniana

Lo sapevi che:

Fertilizza le tue piante cospargendo un po’ di compost sulla superficie del terriccio del vaso. Quando annaffi, il compost scenderà da solo nel terreno.